Master of Arts in Transportation Design – Work experience – a.a. 2007/08

Tre concepts al Salone di Ginevra. La stampa è invitata  ad esprimere il proprio giudizio.

 

DR Spirit, DR Soul e DR Action, tre idee, tre concepts dai quali nascerà una supercar DR.

Si tratta di tre modelli 1:4 esposti nella DR Dream Concept Gallery, allestita all’interno dello stand DR (1033), nel corso della 79esima edizione del Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra.

 

I progetti sono il frutto della collaborazione tra la DR e l’Istituto Europeo di Design di Torino che attraverso il suo Master of Arts in Transportation Design – Work Experience (a.a. 2008/2009), ha consentito a 13 giovani car designer di sviluppare la propria idea creativa. Gli studenti attraverso step intermedi e partendo da una ricerca sul marchio, sulla storia, sui competitors e sul mercato di riferimento, hanno sviluppato tredici concept da cui sono stati selezionati sei progetti che hanno preso forma con la realizzazione di modellini in clay.

 

Tra queste proposte sono stati scelti i tre progetti definitivi che saranno presentati all’interno dello stand DR: i tre modelli in scala 1:4 saranno giudicati dalla stampa internazionale accreditata al 79th International Motor Show e uno di loro diventerà il prototipo 1:1 destinato ad essere trasformato nella prima supercar DR. Gli studenti, durante il loro percorso di realizzazione dei modellini in scala, hanno avuto massima libertà di progettazione per lo sviluppo della carrozzeria della vettura, caratterizzata da uno stile italiano, al contempo aggressivo ed elegante, grazie ad un accurato studio di colori e materiali.

 

Questo progetto affonda le sue radici in quello che è il DNA della DR, vale a dire nelle corse, nella competizione. Un passato da pilota del suo presidente fondatore, la partecipazione come scuderia (DR Sportequipe) a diverse edizioni del Ferrari Challenge e del GT Italia, hanno come naturale approdo la costruzione di una supercar.

 

Nome Progetto: DR Action

Realizzato da : Stefano CORNETTO  / Taekun CHOI

La DR Action è un’auto caratterizzata da forme inconsuete grazie all’utilizzo di superfici negative, ma al contempo legata indissolubilmente al concetto italiano di stile. L’applicazione della forma geometrica ha dato vita ad un’auto più voluminosa nella parte anteriore, mentre il frontale ripropone i caratteri del marchio enfatizzati ulteriormente da due aggressive bocche, pensate per portare aria ai radiatori. Dalle prese d’aria si diramano due nervature che, partendo dagli spoiler del frontale, percorrono tutto il cofano, definendo un’alternanza di superfici positive e negative. L’elemento inconsueto e originale della DR Action è l’utilizzo di pannelli in plexiglass: partendo dall’idea di un’auto ad elevatissime prestazioni i pannelli sono stati integrati con la linea del veicolo garantendo non solo una valida funzione estetica, ma anche maggiore stabilità alle alte velocità. Nella parte posteriore  della vettura due “pinne”, legate stilisticamente ai passaruota posteriori e a tutta la fascia inferiore della fiancata, integrano gli sfoghi d’aria dei radiatori.

 

Nome Progetto: DR Soul

Realizzato da : Jorge Andres PINILLA FONSECA / Jorge Eduardo MANZANO MELÉNDEZ

Il concetto della DR Soul è caratterizzato dalla sovrapposizione di superfici che, grazie alla loro disposizione non convenzionale, sono utili per tutte le funzioni dinamiche della macchina. Gli elementi che caratterizzano la vettura sono quelli canonici, ma proposti in modo inconsueto: per lo stile si è cercata ispirazione nella natura e in questo caso le linee  riprendono la forma delle ali del falco in posizione di attacco. La linea dinamica, unita a un forte senso di eleganza, permette alla DR Soul di proporsi come esempio di fruibilità. Lo stile, dal grande impatto estetico è stato concepito per migliorare le funzioni dinamiche dell’autovettura.

 

 

Nome Progetto: DR Spirit

Realizzato da : Pablo Agustin PEREZ / Siddharth DURBHAKULA

La proposta di stile pensata per la DR Spirit è nata dalla divisione dell’oggetto stesso: il nucleo centrale è sovrastato da due “gusci carrozzeria” realizzati in fibra di carbonio che svolgono non solo una funzione stilistica, ma anche un’importante funzione aerodinamica convogliando l’aria nelle apposite prese. La parte centrale della vettura risulta connessa ai gusci aerodinamici e tra questi due elementi sono predisposte feritoie e passaggi che convogliano l’aria verso i radiatori e al vano motore. I gusci rendono la vettura dinamica ed aggressiva, donandole un aspetto composito, ma allo stesso tempo semplice ed elegante. Oltre alla versione stradale, ricca di giochi cromatici, viene proposta una versione da competizione.

In collaboration with

DR

Digita e premi Invio per avviare la ricerca