Master of Arts in Transportation Design – Work experience – a.a. 2006/07

Lo IED di Torino presenta Chicane, emozionante coupé sportivo,

ispirato al marchio Maserati e progettato dagli studenti

del Master RSP in Transportation Design – work experience,

e, i tre migliori progetti di tesi, dedicati a Toyota,

 del Corso triennale post-diploma in Transportation Design – car design

 

 

L’Istituto Europeo di Design di Torino, che per il quinto anno consecutivo partecipa al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra (pad. 5 stand 5041), presenta, in anteprima mondiale, Chicane, un modello ispirato al marchio Maserati, simbolo per antonomasia di purezza delle forme unita all’eccellenza nelle prestazioni.

Traendo ispirazione dalla storica Casa del Tridente, che unisce raffinatezza, artigianalità e forte sviluppo tecnologico, all’insegna di una lunga tradizione di eccellenza per lusso, prestigio ed eleganza, la concept car (realizzata come modello fisico in scala reale) è stata progettata dagli studenti della V edizione del Master RSP in Transportation Design – work experience a.a. 2006-2007.

 

Chicane nasce dalla volontà di ricercare i tratti stilistici di un ipotetico prodotto che proponga il DNA di Maserati in una nuova configurazione e abbia dimensioni contenute (lunghezza 4400 mm, larghezza 1850 mm, altezza 1250 mm, passo 2600 mm).

Emozionare a prima vista: questo l’obiettivo che i giovani designers si sono proposti lavorando, con passione ed entusiasmo, a un’estetica seducente, di forte impatto, esaltata dalla plasticità dei volumi. Esposta in scala reale, Chicane è una scultura dinamica, il cui design armonico ed elegante racchiude potenza e sportività. Il ritorno a uno studio molto approfondito delle superfici si realizza nella purezza ricercata delle linee, per un coupé 2 + 2, a motore V8 anteriore e a trazione posteriore, rivolto a un pubblico esigente, che non sa rinunciare al connubio fra raffinatezza delle forme e alte prestazioni.

Chicane non sarà l’unica protagonista dello stand IED: un secondo progetto è stato, infatti, selezionato fra le proposte individuali iniziali, elaborate dai 17 studenti del Master, guidati dai coordinatori Luca Borgogno, Designer Pininfarina, e David Wilkie, Design Director Stile Bertone, con il supporto di Andrea Militello, Chief Designer IED Automotive. L’everyday car, Sfida (sempre ispirata a Maserati e, realizzata come modello virtuale, visibile al Salone all’interno di un video dedicato) nasce come diversa declinazione di una stessa ricerca che, ponendo sempre l’accento sull’estetica delle forme, si sviluppa secondo un tema e una tipologia di utenza differenti. Sfida, infatti, è una shooting brake 2 + 1, una station wagon sportiva a 2 porte, caratterizzata da un volume posteriore e da uno speciale sistema di apertura del portellone che facilitano il carico di equipaggiamenti sportivi ingombranti. Dinamica e versatile, unisce carattere e funzionalità, per un’utenza giovane che pone in primo piano potenza e forte personalità, senza trascurare comfort e sfruttabilità.

Diverse fasi di lavoro hanno scandito la selezione di entrambi i modelli: a partire da diciassette elaborati individuali, ne sono stati scelti otto, per essere realizzati in scala 1:4, ai quali i designers hanno lavorato in coppia o a gruppi di tre. Una commissione tecnica, composta dall’Ing. Lorenzo Ramaciotti, Vice President Style Fiat Group Automobiles e Maserati, da Alessandro Dambrosio, Chief Designer, da César Mendoza, Direttore dell’Istituto Europeo di Design di Torino, da Giuliano Molineri, Presidente Frimark, e dai coordinatori del Master, ha infine supervisionato la selezione dei modelli finali, indicando nuovi indirizzi utili per il loro sviluppo definitivo.

 

“Chicane”  nasce da un’idea di: Dmytro Zyubyairov (Ucraina) e Oscar Palladino (Italia).

“Sfida”  nasce da un’idea di: Roberta Baggio Worm (Brasile), David Rodrigues (Portogallo) e Irma Elena Naya Ramirez (Venezuela).

Hanno lavorato ai progetti: Vadim Artemiev (Russia), Roberta Baggio Worm (Brasile), Gaurav Bhatia (India), Alex Chatham (USA), Aashish Chaudhary (India), Gerard Fernandez Currell (Spagna), Ron Desnoyers (Canada), Gregorio Di Pinto (Italia), Mikael Ifianto (Indonesia), Carlos Luzon Gracia (Spagna), Irma Elena Naya Ramirez (Venezuela), Emrah Onemli (Turchia), Oscar Palladino (Italia), Raffaele Ponsiani (Italia), David Rodrigues (Portogallo), Antonio Tamburrino (Italia) e Dmytro Zyubyairov (Ucraina).

Hanno collaborato ai progetti: Laurent Raphael (Svizzera) e Mihaï Panaîtescu (Romania), studenti al III anno del Corso triennale post-diploma in Transportation Design – car design (a.a. 2007-2008).

 

“Chicane”  è stata costruita in Cecomp.

 

 

IED, inoltre, presenta all’interno del proprio stand anche i tre migliori progetti di tesi realizzati dagli studenti del III anno del Corso triennale post-diploma in Transportation Design – car design (a.a. 2006-2007) su committenza del marchio giapponese Toyota: Forma di Marco Cerrato, Enrico Remolif e Danilo Tosetti, Waterfall di Dennis Braga e Andrea Mocellin e H.A.L.O. Hybrid Advance Line Over  di Michele Deconcini e Fabrizio Salerno.

Traendo ispirazione dalla Toyota Prius, la berlina ibrida elettrica e a benzina, che permette consumi ed emissioni ridotti grazie all’uso di una tecnologia avanzata, e sulla base della tecnologia intrinseca del modello, il progetto di tesi si è posto l’obiettivo di individuare nuovi concept per una vettura ibrida Toyota, rivolta al mercato del prossimo futuro.

La classe è stata organizzata in dieci gruppi di lavoro, ognuno dei quali ha sviluppato la propria proposta a partire dal concept fino alla realizzazione di 10 modelli in scala 1:4.

 

 

IED ringrazia i suoi partner per la preziosa collaborazione: Pirelli, Cecomp, Model Resine, OZ Racing.

In collaboration with

Maserati

Digita e premi Invio per avviare la ricerca