Corso Triennale in Transportation Design – Car Design – a.a. 2006/07

Le Prius del 2010-2015

La vettura ibrida di domani

 

 

Nell’ottica di una sensibilizzazione sempre maggiore dei giovani designer riguardo i temi dell’ecosostenibilità e, in linea con una precisa strategia che punta allo sviluppo di veicoli ibridi ecologici, quest’anno i 26 studenti del terzo anno del Corso triennale post-diploma in Transportation Design – car design (a.a. 2006-2007) hanno lavorato ispirandosi a Toyota, oggi maggior costruttore d’auto giapponese e numero due a livello internazionale, una delle realtà più attive nel mercato dell’Automotive nell’ambito della ricerca tecnologica finalizzata al raggiungimento dell’impatto ambientale minimo. In particolare, il progetto ha avuto come punto di riferimento la Toyota Prius, la berlina ibrida elettrica e a benzina, che permette consumi ed emissioni ridotti grazie all’uso di una tecnologia avanzata.

Traendo ispirazione dalla Prius e sulla base della tecnologia intrinseca del modello, il progetto di tesi si è posto l’obiettivo di individuare nuovi concept per una vettura ibrida Toyota, rivolta al mercato del prossimo futuro. Agli studenti, guidati da Fulvio Fantolino, Coordinatore del Corso in Transportation Design e seguiti nelle diverse fasi progettuali da Elvio D’Aprile, Assistant Chief Designer, Toyota Europe Design Development e da Tateo Uchida, General Director Forum Ricerche e Progetti, il compito di proporre concept che esaltino, oltre all’eccellenza tecnologica, la componente emozionale, caratteristica indispensabile per conquistare il mercato europeo e mondiale.

La classe è stata organizzata in dieci gruppi di lavoro, ognuno dei quali ha sviluppato la propria proposta a partire dal concept fino al risultato finale: 10 modelli in scala 1:4, realizzati con la collaborazione di Cecomp e Model Resine.

Fra i dieci concept presentati, segnaliamo le tre proposte che meglio hanno risposto alle richieste date dal brief iniziale: il progetto “Forma”  di Marco Cerrato, Enrico Remolif e Danilo Tosetti; il progetto “Waterfall” di Dennis Braga e Andrea Mocellin e, infine, il progetto “H.A.L.O. Hybrid Advance Line Over” di Michele Deconcini e Fabrizio Salerno.

“Progettare la Toyota Prius, icona delle vetture ibride, cercando di proiettarla in un prossimo futuro è stato un compito quanto mai arduo ed emozionante per i nostri studenti – dichiara César Mendoza, Direttore dello IED di Torino – che hanno accolto con passione la sfida di creare un’estetica d’impatto capace di esaltare una tecnologia “intelligente”, raggiungendo l’obiettivo prefissato e mettendo in pratica quanto appreso nei tre anni di studio. Al pari di Ferrari e McLaren, Toyota rappresenta un’ottima occasione per i giovani designer di apprendere e confrontarsi con una realtà automobilistica prestigiosa che, secondo una precisa volontà di conciliare in un rapporto armonico macchina, uomo e ambiente, ha posto al centro della propria filosofia progettuale l’ecosostenibilità.”

In collaboration with

Toyota

Digita e premi Invio per avviare la ricerca